Tutti gli ordini effettuati dopo le 11:00 di venerdì verranno evasi il lunedì successivo
Spedizione gratuita per tutti gli ordini sopra 49,00 €
Per ordini sopra 55,90 € the organic restructuring fluid potion argan 30ml omaggio

CONSULENZA E TAGLIO DI CAPELLI NATURALE: PER UNA DONNA INDIPENDENTE

NOBILI, PETTINATRICI E PARRUCCHE: UNA STORIA ANTICA

La storia delle acconciature è antica quanto il genere umano: sappiamo per esempio che ai tempi dell’impero romano i lunghi capelli femminili erano raccolti in modi tanto più complessi quanto più alto era il ceto, poiché bisognava essere ricche per potersi permettere le “ornatrices”, cioè le pettinatrici, più abili.

Anche nei millenni successivi lo stile continuò ad essere legato a nobiltà e ricchezza, con un picco insuperato nella Francia pre-rivoluzionaria quando le parrucche incipriate ed ornate di piume, gioielli, nastri, fiori e perfino uccellini impagliati e modellini di velieri assunsero forme davvero imponenti, tanto che spesso le gran dame non riuscivano a stare sedute nelle carrozze per l’eccessiva altezza – è dall’usanza di questi allestimenti che deriva la parola parrucchiere: era l’addetto alla confezione delle parrucche. Dopo, sulla scia degli eventi storici, si riprese gradualmente la via della sobrietà ed il successivo grande cambiamento fu quello del Novecento.

 

LARGO AL TAGLIO CARRÈ

Nel secolo scorso assistiamo ad un frazionamento della moda in più stili e fra tutti emerge l’antenato del carrè, il “Bob hairstyle”: un taglio riccio o liscio che imponendo capelli corti fino alle orecchie per la prima volta andava a  tagliare i capelli femminili, fino a quel momento ritenuti intoccabili. Le flapper, le giovani alla moda degli anni ’20, osavano scoprire le gambe ed il collo, creando scandalo ma affermando una donna nuova, attiva ed indipendente.

Da taglio di capelli corto e audace, una volta adottato dalle star del cinema il carrè divenne velocemente lo standard per decenni. Nonostante fossero emersi via via nuovi stili come chignons, capelli lunghi lisci, chiome cotonate e ad alveare, Caterina Caselli riportò in auge il taglio carrè adottandolo per cantare a Sanremo “Nessuno mi può giudicare”: è il 1966 e, chiamato caschetto, spopolò nuovamente.

 

 

Ma ormai è imminente il momento dei “figli dei fiori” e le acconciature si fanno sempre più naturali, quasi incolte per esprimere la ribellione alla società, ma anche all’opposto cortissime per rappresentare la lotta per la parità dei sessi. Quando poi prendono piede le colorazioni per capelli a prezzi accessibili, fra gli anni ‘70 ed ’80, assistiamo all’esplosione prima del biondo platino e poi delle chiome dai colori più improbabili, soprattutto nelle molte mode giovanili dell’epoca, con ampio uso di permanenti e gel fissanti.

Con gli anni ‘90 arrivano i colpi di sole, le meches e l’effetto bagnato, poi col nuovo millennio nuovamente capelli lunghissimi e lisci per tutte, acconciati con piastre ed infoltiti ed allungati con delle extension.

 

MODA CAPELLI OGGI. LO STILE È PERSONALE

Ed oggi? Siamo arrivati a linee libere, con i riflessi che vengono preferiti al colore, ma soprattutto possiamo decidere di portare ogni taglio di capelli – oltre ovviamente all’intramontabile carré, nuovamente rilanciato grazie al film cult “Pulp fiction”.

 

 

Essendo una realtà sempre aggiornata sulle nuove tendenze, ma con il gusto per la personalizzazione, la “filosofia Reverse” potrebbe essere sintetizzata in “manteniamo le diverse personalità senza standardizzarci”. Ciò vuol dire che a livello umano unire le differenze senza annullarle crea qualcosa di più ricco e autentico, complesso e concreto.

Secondo questo pensiero per noi anche la moda capelli è personale, ed ogni persona può crearla invece che limitarsi ad adeguarsi ad uno stile imposto. E non ci accontentiamo inoltre del solo lato estetico: l’acconciatura deve rispecchiare il proprio essere, rappresentare quello che si è. L’esteriorità deve esprimere l’interiorità, e questo anche attraverso i nostri capelli che sono un potente mezzo espressivo.

La tendenza all’omologazione è rimasta praticamente solo fra i giovanissimi, ovvero coloro che non hanno ancora sviluppato una vera conoscenza di sé stessi e traggono sicurezza dall’appartenere ad un gruppo.

 

DA PARRUCCHIERE A CONSULENTE D’IMMAGINE

Per arrivare a questi risultati la via migliore è quella della consulenza.

Noi cerchiamo di conoscere ogni nostra nuova cliente non solo nella specificità del suo capello ma anche nel proprio atteggiamento e stile, per trovare il taglio di capelli e la colorazione che la esprimano al meglio e nel modo più naturale ed autentico possibile.

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad un cambio dei bisogni delle donne, segno di un notevole mutamento del ruolo femminile nel mondo, e specificatamente nel mondo del lavoro, rispetto a quando le uniche uscite “importanti” nelle quali presentarsi bene erano la messa domenicale e le cerimonie come matrimoni o battesimi. La richiesta della donna oggi è di un taglio che lei stessa possa autonomamente gestire, per essere sempre in ordine e non solo il giorno in cui va dal parrucchiere

Sotto il mantenimento a casa ci devono però essere un taglio di capelli ben studiato col parrucchiere e prodotti professionali, dallo shampoo al finish, adatti alla sua gestione in autonomia.

Oggi possiamo scegliere fra i molti tagli che valorizzano il mosso naturale senza necessariamente fare la piega, ed è proprio questo che rende possibile accompagnare la cliente a gestire giornalmente da sola la sua acconciatura, valorizzandola usando anche solo le mani dopo aver applicato un prodotto per il volume. Senza demonizzarla, la piega preferiamo quindi limitarla a quando vogliamo passare da un capello crespo ad uno liscio.

Così come per il taglio, anche per il colore il suggerimento che diamo è di stare su toni naturali, e sui riflessi, risultati che si possono ottenere con la tecnica del Degradè.

 

SCEGLIERE SEMPRE I PRODOTTI PER CAPELLI PROFESSIONALI

Per quanto riguarda i prodotti che si possono tranquillamente usare a casa, si è fatta molta strada dai primi asciugacapelli manuali degli anni ’20 e dai finish con lacca e gel: oggi le aziende, che hanno colto il cambiamento in atto, offrono una vastissima gamma di prodotti per lo styling per gestire autonomamente la chioma con pochi e semplici passaggi. Perciò niente paura, anche grazie ai preziosi suggerimenti dei parrucchieri del vostro salone di fiducia troverete sicuramente quelli giusti per essere sempre a posto con voi stesse e per presentarvi al meglio!

Vi aspettiamo per trovare assieme il vostro taglio di capelli, una vera espressione della vostra personalità!

Condividi:

Facebook
Pinterest
WhatsApp
LinkedIn

Gli ultimi articoli

Gli ultimi prodotti

Articoli correlati

Reverse sarà chiuso dal 12 al 22 agosto. Non esitate a mandarci un messaggio su WhatsApp per fissare un appuntamento dal giorno stesso della riapertura.

Tutti gli ordini che saranno effettuati dal 12 al 22 agosto, saranno evasi a partire dal 29 agosto.